Premesse alle cure Stampa

IN  BASE ALLE 5 LEGGI BIOLOGICHE:

IL MODO DI PORSI PER CHIEDERE E RICEVERE AIUTO CAMBIA!

La conoscenza delle 5 Leggi Biologiche scoperte dal dr. Hamer implica un modo completamente nuovo di comprendere la “ malattia “ e di conseguenza richiede una prassi di intervento medico clinico e terapeutico modulata in base a queste nuove conoscenze.

E' importante notare che
la situazione attuale è molto delicata nei casi di situazioni d'urgenza clinica per il fatto che, non essendo le 5 Leggi Biologiche ufficialmente riconosciute, non ci sono quindi cliniche, ospedali o luoghi di consenso ufficiali in cui il paziente, che decide di curarsi sulla base di queste conoscenze, possa tranquillamente ricevere le cure desiderate nel rispetto della sua libera scelta (art. 32 della costituzione Italiana).

Ecco perché, oggi come oggi, è solo la persona stessa, correttamente informata, che può mettersi in moto per scegliere consapevolmente il meglio per se stessa.

Per chi chiede aiuto, tutto ciò implica un nuovo modo di agire!

Ed è proprio nel rispetto, sia della persona che chiede aiuto, sia dell’operatore che lo offre, che si rende necessario osservare le seguenti premesse: 

  • Non è proprio più possibile, per chi sceglie di seguire questa strada, sperare ancora di poter affidare ciecamente la propria "pelle al medico, alla clinica o al farmaco. Sappiamo, conoscendo le 5 Leggi Biologiche, che qualsiasi segnale nel nostro corpo è il risultato di un processo che si mette in atto e si mantiene in base alla nostra esperienza emotiva. Il medico, la clinica o il farmaco, potranno sostenerci per i sintomi troppo impegnativi, ma il processo di riparazione lo fa il corpo, nella misura in cui siamo disponibili a rivedere alcune attitudini di vita che ci portano continuamente a riattivare e a mantenere il problema.
  • La premessa per poter fare un lavoro serio, è che la persona coinvolta sia convinta e che la terapia finora da lei seguita non presenti per lei una soluzione al suo problema. Questo per rispetto della persona stessa e di ciò che più profondamente crede; non può essere né spinta né convinta, altrimenti non avrebbe la forza per sostenere una scelta diversa. E in più, rimanendo a metà, sarebbe confusa e non avrebbe neppure la lucidità e la tranquillità per cogliere davvero le nuove informazioni che le permettono una scelta consapevole.
  • Per le stesse ragioni è altrettanto importante che sia la persona stessa che ha il problema a mettersi in moto e non un amico o parente! (o, nel caso di un minore, entrambi i genitori  in accordo). Nessun altro, con tutto l'amore del mondo, può farlo al posto suo, altrimenti non avrà il vigore necessario per scegliere né per seguire la nuova strada. Sarà la persona stessa quindi a doversi informare e prendere contatto.


COME PROCEDERE QUINDI PER RICEVERE LE INFORMAZIONI E L'AIUTO NECESSARI
PER SCEGLIERE RESPONSABILMENTE, CON COGNIZIONE DI CAUSA:

Sarà quindi importante che la persona coinvolta:
  1. in primo luogo abbia letto attentamente “La malattia è un'altra cosa!” (le altre pubblicazioni che sono certamente valide ma per lo più troppo complesse e dispersive). La lettura di queste poche pagine permettono infatti di avere, in modo semplice e fruibile, le informazioni di base necessarie per poter scegliere in prima persona di affrontare questo percorso (vedi "pubblicazioni").

  2. Dopo aver letto il testo sopracitato, potrà inviare una mail di richiesta a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. in modo da concordare il percorso migliore per il proprio specifico caso.

 NOTA: Ci rendiamo conto che non è facile comprendere l’utilità profonda di queste premesse. Vi possiamo però assicurare che sono essenziali: sono il frutto di 25 anni di paziente sostegno alle persone che ha mostrato che, attualmente, solo le persone che decidono di svegliarsi dall’ipnosi, informandosi e decidendo per loro stesse, possono essere realmente aiutate.